Torna in Home Page
Anaconda
Anaconda
TEATRO
“… per uno attender certo della Gloria futura”
Rivedere le stelle. Nessun cammino è più affascinante. Parola, gesto, suono, danza, colore: teatro della vita. Rappresentazione, certo. Evento artistico. Ma non solo. Molto di più: espressione libera e originale di una bellezza sovrabbondante, che il palcoscenico fatica a contenere. Che fiorisce, contagiosa, nella luce dei riflettori. Che abbraccia la platea. Che racconta l’umanità senza nasconderne il limite, comunica una speranza, testimonia una possibilità. Per tutti.
Rivedere le stelle. Un’esperienza reale, mai effimera. Incarnata.
E’ la storia della “Divina Commedia”, uno spettacolo unico per genesi, conduzione, esito.
Ma ancor prima è la storia di uomini e di donne, adulti e ragazzi, abili e diversamente abili.
Storia contemporanea di un piccolo – grande popolo che, giorno dopo giorno, si incontra e s’accompagna lungo i sentieri dell’esistenza, spesso stretti, ripidi, scoscesi, talvolta aperti e piani. Mai uguali a se stessi.
E’ la storia di tre cooperative sociali distribuite tra Varese, Milano e Busto Arsizio, di una regista, di un gruppo di educatori e dei ragazzi a loro affidati, di attori volontari, tecnici, musicisti, costumisti e scenografi. Amici, soprattutto. Protagonisti tutti, comparse nessuna. Ed è la storia di uno spettacolo che Dante Alighieri sembrava avere scritto appositamente per loro. E per ogni uomo.