Torna in Home Page
Anaconda
Anaconda
STORIA
Il “seme” della Cooperativa, fondata nel 1980, venne piantato a metà degli anni ’70 quando un gruppo di studenti, liceali e universitari, furono invitati e costantemente accompagnati dalla Dr.ssa Aliverti ("Nietta" per tutti) a trascorrere del tempo con ragazzi disabili.
Sempre più famiglie con figli bisognosi di compagnia chiedono di aggregarsi a quel gruppo, che stava assumendo dimensioni sempre maggiori.

Nel 1980, emerge la necessità di dare una forma giuridica a quell’esperienza e nasce “L’Anaconda”, su iniziativa della stessa Dr.ssa Maria Antonieta Aliverti, nel frattempo avviatasi alla specializzazione di Neuropsichiatria. Il nome, scelto quasi per scherzo, è il titolo di una canzone sempre intonata durante le vacanze comunitarie: "l’anaconda è un serpente che ti prende lentamente, se ti prende l’anaconda la tua vita è più gioconda…". 

Il primo Centro diurno apre nel marzo 1981, a Varese in via Monte Canin, e deve rispondere da subito a numerose richieste d’inserimento. Le attività con i ragazzi soddisfano bisogni specifici e sono pianificate con un prezioso lavoro d’equipe, che prevede inizialmente il coinvolgimento di tre educatrici, una fisioterapista e diversi volontari, con la Direzione di "Nietta".

Nel giugno 1983, L’Anaconda è in udienza dal Papa Giovanni Paolo II. L’incontro consacra, nell’esperienza comunitaria, un appassionante impegno nella realizzazione di quella “civiltà della verità e dell’amore”, da lui più volte richiamata e permette di toccare con mano la cura paterna di Dio, che si fa “compagnia dell’uomo” e ne comprende l’intima fragilità, esaltandone l’assoluta dignità.

Nel gennaio 1987, grazie al contributo di tanti amici - in particolare della signora Aras Frattini - L’Anaconda si trasferisce nell’attuale sede di Via Rainoldi, più confortevole ed attrezzata alle esigenze del lavoro con le persone disabili. All’inaugurazione Mons. Luigi Giussani, celebrando la S. Messa, chiede ai presenti un triplice amore: "a Cristo, al nostro lavoro secondo tutte le sue caratteristiche, alla storia ecclesiale in cui siamo nati e cresciuti". È un amore esigente, che motiva costantemente l’offerta di benessere rivolta agli ospiti dei nostri Centri.

Nel 1989, il Comune di Malnate affida all’Anaconda la conduzione di un Centro diurno per disabili nel proprio territorio.

Nel 1996, nella sede di Varese, viene inaugurato il Centro Residenziale, intitolato ad Aras Frattini, che accoglie a tempo pieno persone con complesse situazioni personali e familiari, ed offre anche la possibilità di inserimenti temporanei e “di sollievo” per le famiglie.

Nel 2005, viene dato avvio, sempre a Varese, al Centro Diurno per piccoli, in cui si attuano programmi riabilitativi e progetti educativi rivolti a bambini disabili, anche in collaborazione con le Scuole e con le Unità di Neuropsichiatria di riferimento.

I Passi fondamentali della Cooperativa
Metà anni ’70 Inizio della caritativa con persone disabili
1980 Costituzione della Cooperativa “L’Anaconda”
1981 Inizio attività primo Centro per disabili
1987 Trasferimento nell’attuale sede e ampliamento delle attività
1989 Inizio gestione Centro Socio Educativo nel Comune di Malnate
1996 Inaugurazione Centro Residenziale per disabili, presso la sede di Varese
2005 Inaugurazione Centro Diurno Disabili per minori, presso la sede di Varese